fbpx
La domanda latente - ne parliamo nel blog di Studio Logos Agenzia
16700
post-template-default,single,single-post,postid-16700,single-format-standard,bridge-core-2.9.9,qodef-qi--no-touch,qi-addons-for-elementor-1.5.3,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-28.3,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.7.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-1061
 

La domanda latente

La domanda latente

La domanda latente. Ovvero come stimolare all’acquisto – di un bene o un servizio- i potenziali clienti

Sappiamo tutti come il mercato – qualsiasi mercato – sia composto da domanda e offerta. 
Generalmente si pensa che senza domanda non ci sia mercato. E, tendenzialmente, è vero. Ma – c’è sempre un ma… 😉 -, con un’attenta strategia di comunicazione, possiamo creare una domanda attraverso l’utilizzo di specifiche leve che creino il famoso bisogno indotto.

La domanda di un prodotto/servizio, infatti, nasce in due modi:

  1. Da un bisogno avvertito e, quindi, da una domanda consapevole: il potenziale acquirente conosce il suo problema e cerca una specifica soluzione.
  2. Da un bisogno provocato e, quindi, da una domanda latente: il potenziale acquirente riconosce una sua necessità attraverso informazioni specifiche e tende ad agire in modo emotivo sull’acquisto del bene/servizio di cui si accorge di avere necessità.

Come creare una strategia di comunicazione ad hoc?

Il primo e fondamentale aspetto è risvegliare il bisogno delle persone, creando una comunicazione che sia rivolta a lui, in maniera emotiva e invitante.
Il protagonista della comunicazione aziendale online e offline, è sempre il potenziale acquirente. Dobbiamo rivolgerci a lui e alle sue necessità con il giusto “tone of voice” e, creandogli un bisogno, dargli la giusta soluzione. 
Altro aspetto fondamentale nel caso della domanda latente è il “subito e qui”. Cosa significa? Il potenziale cliente, che si accorge di avere una necessità, agisce d’impulso e ha poco tempo per finalizzare l’acquisto.
Ecco perché è fondamentale che le azioni per la finalizzazione dell’acquisto siano chiare, rapide e semplici.

Cosa può fare la nostra agenzia di comunicazione per te?

Creare una comunicazione che sia diretta ai tuoi clienti e ai tuoi potenziali clienti. 
Partendo dalla domanda: “Chi non conosce ancora il prodotto/servizio – e quindi non lo sta ancora cercando – ma potrebbe averne bisogno?” dobbiamo andare a intercettare i nuovi potenziali clienti. 

E in che modo andiamo ad intercettarli?

  1. Creando contenuti informativi, dimostrativi, commerciali, formativi e di testimonianze di chi ha già usato il prodotto/servizio.
  2. Seguendo costantemente i Social, i portali verticali e le community e la rete e interagendo con gli utenti in modo da incrementare costantemente la reputazione dell’azienda ed esporre le caratteristiche del bene/servizio
  3. Creare un processo d’acquisto finale che sia veloce e semplice. Più è lungo e complesso il processo d’acquisto e più facilmente perderemo la vendita: la parte razionale dell’utente prenderà il sopravvento sulla parte emotiva e fermerà l’impulso all’acquisto.

Hai bisogno di ulteriori informazioni? Vuoi un preventivo gratuito senza impegno? Contattaci!

Raffaella Chierici
raffaella@studiologos.eu