fbpx
Dietro le quinte di un post - Studio Logos Agenzia
16736
post-template-default,single,single-post,postid-16736,single-format-standard,bridge-core-2.9.9,qodef-qi--no-touch,qi-addons-for-elementor-1.5.3,qode-page-transition-enabled,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-theme-ver-28.3,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.7.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-1061
 

Dietro le quinte di un post

Dietro le quinte di un post

Quello che pubblichiamo sui social dei nostri clienti è frutto di una pianificazione e di una serie di azioni tutt’altro che improvvisate.

Prima di tutto ci confrontiamo con i nostri clienti e decidiamo insieme, in base ai loro obiettivi di marketing, il piano editoriale dei vari social. Lo sanno tutti ormai che il “tone of voice” è differente per ogni Social e, di conseguenza, lo stesso post NON deve essere uguale per ogni canale in cui verrà pubblicato.

L’immagine è, spesso, tutto. Decidere di usare foto generiche da banche dati non è sbagliatissimo ma non è premiante.
Mi spiego meglio: l’immagine del brand deve essere il più veritiero possibile e solo se parlo di un argomento “astratto” posso mettere una foto generica che rappresenti al meglio il mio concetto. Se parlo di un prodotto concreto deve esserci assolutamente una foto reale dello stesso.

Come deve essere la foto giusta?

Bella domanda… non esiste una foto giusta: esiste la foto che sia in grado di trasmettere il valore e la rilevanza che il prodotto ha rispetto agli altri. 

Proviamo con un esempio concreto.

Con il nostro cliente Al Caruso Pasticceria di Parma abbiamo deciso di proporre per il periodo di Carnevale dei biscotti alla frolla (senza Glutine) a forma di mascherina.

Abbiamo concordato la data per lo shooting e siamo andati in pasticceria a fare gli scatti di food photography. Le fotografie, ovviamente, dovevano essere in grado di rappresentare appieno il prodotto e di esaltarne la bontà di un prodotto artigianale.

Come abbiamo fatto?

Innanzitutto, abbiamo lasciato i biscotti sul banco in modo che sullo sfondo si vedessero tutte le altre possibili scelte che un cliente può fare entrato in negozio. Li abbiamo fotografati nella loro interezza e poi abbiamo scattato dei particolari che esaltassero la qualità della frolla e della glassa.

Li abbiamo mangiati alla fine? Ovvio! Che domanda!

A questo punto resta il testo e gli # più giusti. E, noi di Studio Logos, siamo convinti che solo testando i prodotti e fotografandoli direttamente, possiamo creare il testo più adatto e più efficace per i nostri clienti.

Perché è solo una creazione di contenuti e di immagini “su misura” che si può creare una comunicazione ad hoc per i nostri clienti. Certo, si tratta di un meccanismo molto più complesso e impegnativo, ma prendersi un impegno verso i nostri clienti significa lavorare nel migliore dei modi per loro. Seguire la comunicazione di un’azienda non è semplicemente “svolgere” il compitino che ci viene dato: è impegno, creatività, ideazione di nuove visioni e, soprattutto, tanta professionalità. E, tutto questo, è la nostra agenzia di comunicazione.

Raffaella Chierici
raffaella@studiologos.eu