fbpx
PILLOLE DI FOTOGRAFIA - FOOD PHOTOGRAPHY - Studio Logos
16148
post-template-default,single,single-post,postid-16148,single-format-standard,bridge-core-2.2.3,cookies-not-set,ajax_fade,page_not_loaded,,side_area_uncovered_from_content,qode-content-sidebar-responsive,qode-theme-ver-23.5,qode-theme-bridge,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.1,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-1061
 

PILLOLE DI FOTOGRAFIA – FOOD PHOTOGRAPHY

PILLOLE DI FOTOGRAFIA – FOOD PHOTOGRAPHY

PILLOLE DI FOTOGRAFIA

Amo il cibo e amo la fotografia. Davvero tantissimo!

Gli amanti del cibo come me vogliono comunicare la bellezza e il “gusto” della pietanza fotografata. Facile? Non sempre. Come tutte le cose apparentemente semplici, una foto di food nasconde tantissima tecnica.

La regola numero uno è, per me, riuscire a non divorare il cibo prima di averlo fotografato!

Se riusciamo in questo titanico intento siamo a cavallo!

5 CONSIGLI PER UNA FOTO SUPER:

  • La composizione del piatto.
    Uno dei motivi per cui amo fotografare il cibo è che mi diverto a disporre e a lavorare il cibo. Ricordiamoci che il nostro obiettivo finale è far venire fame a chi guarda la nostra foto! 
  • L’illuminazione del cibo.
    La retroilluminazione è la scelta migliore per fotografare il cibo. Illumina i contorni del soggetto e ravviva alcuni alimenti. Infine, conferisce all’immagine consistenza e profondità di campo.
  • La giusta inquadratura.
    Cerchiamo sempre di trovare il giusto bilanciamento. E possiamo ottenerlo attraverso la disposizione degli oggetti nell’inquadratura, l’angolo di ripresa, la distanza di ripresa, ecc. 
    Per bilanciare una fotografia possiamo anche trovare, o aggiungere, triangoli nella scena. Posizioniamo gli elementi in modo che formino un triangolo: l’impatto finale sarà eccellente!
  • La profondità di campo.
    Il cibo che fotografiamo deve essere a fuoco ma lo sfondo non deve prendere il sopravvento sul protagonista! Facciamo delle prove aprendo il nostro obiettivo a f/4, f/8, f/11. Le differenze saranno più che evidenti. Non ci resta che scegliere quella che ci fa venire più appetito!
  • La postproduzione.
    La fotografia digitale non può evitare il processo di postproduzione. Così come quella analogica non può evitare il passaggio in camera oscura.
    Cerchiamo di pulire le nostre immagini senza che sia evidente la modifica in post. La fotografia è il cibo della nostra anima. Più è artefatto e meno ci gratifica!

    ULTIMO CONSIGLIO NON UFFICIALE…. mangiati il cibo subito dopo lo scatto prima che te lo portino via!

E ricordiamoci sempre di osservare! E non smettere mai di essere curiosi!

Ci avete mai provato? Come sono venuti i vostri scatti? Vi piacerebbe che approfondissimo l’argomento? 

#pilloledifotografia #foodphoto #cibochepassione #fotografareilcibo

Raffaella Chierici
raffaella@studiologos.eu