TURISTA FAI DA TE o SMART-TRAVELLER?

Ve la ricordate la pubblicità di una nota agenzia di viaggi degli anni 90? Turisti fai da te? Ahi ahi ahi…

VIDEO ALPITOUR
https://www.youtube.com/watch?v=ZLdrDe8JP2A&RG91THJuMjU4SkJNOVkrZFB1bTh2QT09

VIDEO TRIVAGO
https://www.youtube.com/watch?v=N2u2Hf-GMBo

A nemmeno un mese dal Natale la voglia di vacanze estive comincia a farsi sentire…
… e la mente comincia a viaggiare, le mie dita a digitare su Google le mete più lontane, quasi inarrivabili. Comincio a leggere recensioni e a navigare tra portali di ogni tipo e penso che siamo sempre più influenzati dai social e dal web.

Negli scorsi anni, infatti, l’85% dei viaggiatori ha ammesso di aver usato lo smartphone per pianificare le vacanze: il 78% l’ha usato per prenotare il soggiorno in albergo e il 77% per il volo aereo.

Ma se qualcosa va storto? Se ciò che ci ha colpito in foto sul web si dovesse rivelare una grande fregatura?
Non sarebbe meglio rivolgersi – soprattutto in caso di viaggi molto lontani – alla cara buona vecchia agenzia di viaggio? Quella che ci assiste in ogni fase della preparazione e durante la nostra vacanza? È vero che l’immediatezza delle informazioni che possiamo ottenere dal nostro smartphone è impagabile, ma davvero siamo arrivati al punto di non ricercare più rapporti umani?

Davvero non sappiamo più misurare il valore aggiunto di un rapporto di fiducia o lo misuriamo solo in funzione di quanto ci può costare?
E poi ci lamentiamo se il nostro operato non viene giustamente (ed economicamente) riconosciuto!

Voi preferite il “fai da te” o l’esperienza di professionisti? Raccontateci le vostre esperienze!

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.